Il valore del ricordo, la sopravvivenza, nella memoria di chi resta, di coloro che ci hanno lasciato, è un elemento determinante in qualsiasi comunità. Con la scomparsa di tanti illustri personaggi che hanno contribuito a rendere più grande il nome di Ferrara, è sembrato un atto di doveroso amore e rispetto ricordarli. Bassani, Rossi, Zevi, Carletti, Collevati sono qui ricordati nel loro vitale e generoso…
La visione limpida e atemporale del paesaggio in Giuseppe Zola, protagonista in campo figurativo del Settecento ferrarese. Nel 1971, in una mostra curata da Eugenio Riccomini e destinata a rimanere un punto di riferimento fondamentale per la conoscenza della cultura figurativa settecentesca a Ferrara, Palazzo dei Diamanti è stato animato dalla stimolante presenza di ben sessanta dipinti restaurati, brillantemente recuperati per dimostrare la migliore qualità…
I banchi di pegno e le famiglie ebraiche a Ferrara e nella politica estense. Banco di pegni: un'espressione che solitamente evoca situazioni e vicende di disperazione e povertà. Immagini che spaziano dalla bottega del diffidente Ezechiele Annobon tratteggiata nel Mulino del Po... al freddo negozio americano, invaso da un'accozzaglia di oggetti dal valore quanto mai variabile, gestito da Rod Steiger nel film L'uomo del banco…
Un ricordo di Giorgio Bassani (e di Bruno Lattes). Per ragioni di forza maggiore, non ero presente il giorno dei funerali di Giorgio Bassani nel cimitero israelitico di Ferrara: quel cimitero che in una pagina famosa de Gli occhiali d'oro dà al narratore un senso di "gran dolcezza, una pace e una gratitudine tenerissime", e gli permette di recuperare, anche nel brutto momento delle leggi…
Giorgio Bassani e la denuncia della diversità. Roland Barthes ha scritto che si scrive per essere amati e si è letti senza poterlo essere. Mai come nel caso di Giorgio Bassani, nel momento in cui scompare, mi pare giusto pensarlo. Perché la cifra cui era legata la sua più intima ispirazione era data dal segno di una diversità scolpito nella carne, in quanto ebreo, e…
Di Bassani, di Ferrara e dell'arte. Ho conosciuto Giorgio Bassani non a Ferrara ma a Firenze (un segno forse di una comunanza ferrarese rivisitata in altri luoghi e in altre circostanze che non fossero quelle della patria lasciata per amarla meglio). Quali luoghi e circostanze, poi: le aule che davano sull'Arno del convento di Santa Trinità - con le ombre di Elisabeth e Robert Browning…
Alcune ipotesi in merito all'iscrizione sulla facciata della casetta di via Mirasole. La conoscono tutti, la casetta di via Mirasole, i più per averne letto sui libri di scuola; molti per averla visitata di persona in quella zona dell'Addizione erculea oggi popolosa, un tempo quasi appartata, con tanti orti e stradine silenziose. L'Ariosto, come si sa, era sempre in cerca della quiete, lui, il poeta…
Giuseppe Compagnoni: una figura di patriota, oggi, purtroppo, dimenticata. Il 7 gennaio 1797, dieci giorni dopo la proclamazione della Repubblica Cispadana "una e indivisibile", il Congresso dei cento rappresentanti di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio, riuniti in quest'ultima città per discutere la nuova costituzione, simile ma non uguale a quella che Napoleone aveva portato dalla Francia, adottò come bandiera il bianco, rosso e verde. La storia…
Sede storica di studi anatomici, Ferrara è fra le città italiane che vantano un museo tematico. E' probabile che diversi lettori confondano il Museo anatomico "Giovanni Tumiati" con il più noto Teatro Anatomico. È un frequente equivoco, del tutto giustificato, in quanto il museo è quasi ignoto alla città di Ferrara, perché relegato, per naturale adozione, in un istituto universitario della Facoltà di Medicina. La…
Grazie a un restauro finanziato dalla Fondazione, torna al pubblico una rara opera ottocentesca. Al Salone internazionale dell'Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali, l'importante appuntamento per gli addetti al settore organizzato a Ferrara, quest'anno spiccava per bellezza e singolarità una Veduta di Venezia di Giovanni Biasin, dipinta a tempera su una carta lunga ventidue metri, alta un metro e settanta centimetri,…
Ambienti, atmosfere e personaggi legati alla celebre manifestazione ariostesca rivivono nel ricordo di un ragazzino. Talvolta, nei miei saltuari, fuggevoli ritorni a Ferrara, amo abbandonarmi a lenti pellegrinaggi nei punti più diversi della città per rendermi conto dei cambiamenti, ma soprattutto per ritrovare scorci e atmosfere della mia giovinezza.Molte cose sono cambiate, da allora, e tuttavia basta l'acciottolato di una via appartata o il verde…
Con l'appoggio della Fondazione, esce un nuovo volume dedicato al collezionismo in città fra Ottocento e Novecento. Il fondo editoriale sul collezionismo ferrarese, varato nel 1996 dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara, può registrare un nuovo titolo. Dopo Quadri da stimarsi... (dedicato al Settecento), Inventari d'arte (incentrato sull'Ottocento) e, fuori collana, il catalogo della quadreria Costabili e quello della mostra II paradiso perduto, è…
Giovan Battista Aleotti, un grande intellettuale del Rinascimento ferrarese. Aleotti nacque ad Argenta nel 1546, da famiglia benestante, ma non nobile, anche se non manca chi lo vorrebbe figlio di semplice muratore e non di un capo mastro imprenditore. La qual cosa obbligherebbe a pensare che la sua vasta formazione culturale e professionale dovrebbe essere partita dal tirocinio autodidatta di un giovane manovale e non,…
Fra realismo e trasfigurazione, l'immagine di Ferrara nei racconti e nei romanzi di Gian Franco Rossi. "Quando la realtà precorre l'immaginazione, quando i fatti si raccontano da sé (...) allora lo scrittore deve esserne il fotografo, a costo di trasformarsi in arido cronista." Così scrive Gian Franco Rossi nel racconto L'intermediario, del 1987, pubblicato alcuni anni dopo. La frase può essere assunta come dichiarazione di…
Fra nuove filosofie, strategie e antico impianto urbano, nacque il primo piano urbanistico rinascimentale. Alcuni anni fa, girai il documentario "Ferrara prima città moderna": attraverso riprese dal vero e da stampe, il filmato illustrava le caratteristiche fondamentali dell'addizione Erculea. Per realizzarlo, dovetti risolvere diversi problemi preliminari, attraverso una lunga e complessa ricerca. Per il quadro storico critico mi avvalsi delle numerose opere esistenti, prima fra…
Omaggio a Bruno Zevi, presenza fondamentale nel dibattito contemporaneo sulle arti e l'architettura. L'idea di parlare di Bruno Zevi e del suo magistero, se, nel vivo desiderio di ricordare uno dei miei maestri, mi pareva affrontabile e con una discreta possibilità di riuscita, si è scontrata, nella realtà, con una biografia ricchissima e complessa: nel libro Zevi su Zevi, da lui stesso ordinato per dare…
"Per me, Biagio Rossetti è come un padre, un fratello, un collega, un amico". Una telefonata nel tardo autunno dello scorso anno. Una delle tante di Bruno Zevi, squillanti, coinvolgenti, effervescenti. Questa rivista lo aveva invitato a scrivere un articolo al termine del restauro delle mura di Ferrara: caro avvocato accetto con entusiasmo. Verrò al più presto e faremo un giro insieme, poi scriverò. Per…
Con Silvio Carletti, presidente della Fondazione, scompare un punto di riferimento della vita economica e politica della città. Il terribile male, diagnosticato soltanto pochi mesi prima, l'ha avuta vinta su Silvio Carletti il 15 febbraio 2000. Aveva da poco accettato di assecondare "i suoi molestatori" e di piegarsi alle terapie mediche nonostante l'irriducibile convinzione della loro vanità, quando la realtà gli ha dato purtroppo ragione. Lacerata…
Con Raffaello Collevati scompare una figura di amministratore di grande spessore umano e civile. Questi giorni di aprile sono giorni di lutto, perché sono scomparsi personaggi illustri che appartengono alla storia della città, ma, prima ancora, ai sentimenti, agli affetti, alle relazioni spirituali, culturali della comunità ferrarese. Una comunità che, come ogni altra, scrive pagine di progresso e di crescita civile con le opere, le…
Come ogni anno, le Fondazioni riunite a Ferrara per il Salone Internazionale dell'Arte del Restauro. Dal 24 al 27 marzo, il quartiere fieristico di Ferrara ha ospitato la settima edizione del Salone Internazionale dell'Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali, un appuntamento importante e atteso nel mondo del restauro. Privati, imprenditori, osservatori, enti pubblici, fondazioni bancarie, banche e casse di risparmio,…
I piani di sviluppo della Cassa: nuovi strumenti per una presenza più efficace. La Cassa di Risparmio di Ferrara gode di ottima salute, beneficia di una significativa e crescente redditività e mantiene una consolidata quota di mercato sulla sua tradizionale area di operatività. I dati del 1999 dimostrano una crescita più che soddisfacente.La raccolta diretta ha presentato un dato finale di 2.750 miliardi di lire, con una…
Davvero cari non saprei dirvelo attraverso quali strade così di lontano io sia riuscito dopo talmente tanto tempo a tornareVi dirò soltanto che mi lasciaipilotare nel buioda qualcheduno che m'avevapreso in silenzio per lamano
Ferrara. Voci di una cittàRivista semestrale di cultura, informazione e attualitàAnno 6, numero 12 - Giugno 2000Registrata presso il Tribunale di Ferrara il 9 novembre 1994 con il numero 13/94. ISSN 1128-3572Spedizione in abbonamento postale e. 20/c, art. 2, l. 662/96Edizione fuori commercio, riservata ai soci e agli amici dellaFondazione Cassa di Risparmio di FerraraComitato EditorialeFrancesca Bargellesi, Luciano Chiappini, Vittorio Emiliani, Giorgio Franceschini, Roberto Pazzi,…